Biomed CuE » Curiosità e consigli » A cosa servono gli assorbenti per uomo

A cosa servono gli assorbenti per uomo

Una soluzione per un problema più diffuso di quanto si pensi

Categorie Curiosità e consigli

È opinione diffusa che l’incontinenza sia un disturbo che riguardi in maniera quasi esclusiva le donne. Ebbene, chi ha questa convinzione deve essere pronto a ricredersi, perché anche l’incontinenza urinaria maschile è un problema piuttosto comune. Si tratta di una situazione che in molti casi può essere fonte di imbarazzo al punto da causare un forte stress emotivo che rischia di risultare debilitante. È tra i soggetti più in là con gli anni che l’incontinenza urinaria si manifesta più di frequente, ma questo non vuol dire che sia una banale o automatica conseguenza del trascorrere del tempo.

Che cos’è l’incontinenza urinaria

Si parla di incontinenza urinaria per indicare, in particolare, la fuoriuscita di urina accidentale. Nel momento in cui l’urina va a riempire la vescica, lo sfintere ricevere dai segnali nervosi l’ordine di rimanere chiuso. Si verifica l’incontinenza se la vescica si stringe in maniera più veloce del necessario o se ciò avviene in un momento in cui non dovrebbe accadere. Le cause possono essere diverse: per esempio l’uretra potrebbe essere bloccata, oppure indebolita. In alcuni casi alla base dell’incontinenza urinaria maschile possono esserci dei difetti genetici, che hanno impedito uno sviluppo completo delle vie urinarie.

Le quattro categorie di incontinenza urinaria

Sono quattro le tipologie di incontinenza urinaria che vengono distinte e classificate in ambito medico: l’incontinenza funzionale, l’incontinenza da sforzo, l’incontinenza overflow e l’incontinenza da urgenza. Nel caso dell’incontinenza funzionale, la comparsa del disturbo è dovuta a ragioni fisiche per colpa della quali non si fa in tempo a raggiungere il bagno. L’incontinenza da sforzo, invece, è quella che si verifica nel momento in cui una risata eccessiva, un colpo di tosse o un semplice starnuto determinano una perdita di urina. C’è, poi, l’incontinenza overflow: i soggetti che ne sono colpiti percepiscono la necessità di urinare ma non riescono a rilasciare tutta la quantità di urina che è presente in vescica. Questa, dunque, non viene svuotata del tutto e dà origine a perdite di urina. Infine, l’incontinenza da urgenza si caratterizza per uno stimolo a urinare intenso a tal punto da non consentire a chi ne soffre di giungere in tempo in bagno. Questo succede nel momento in cui la vescica viene spremuta in condizioni inidonee, e la perdita si può concretizzare anche se l’urina presente nella vescica è poca.

Che cosa fare se si soffre di incontinenza urinaria

Qualunque sia il disturbo di cui si soffre, il primo passo da compiere è quello di rivolgersi al proprio medico, che saprà indicare gli specialisti a cui rivolgersi. Inoltre, può essere utile iniziare a utilizzare gli assorbenti per uomo: si tratta di prodotti studiati e realizzati apposta per i maschi che hanno problemi di incontinenza urinaria. Sul mercato ce ne sono di vari tipi, e di conseguenza è fondamentale individuare con attenzione il modello più adeguato e la misura migliore per le proprie esigenze. un prodotto di qualità è in grado di assorbire le perdite in maniera ottimale e, al tempo stesso, offre a chi lo indossa la possibilità di affrontare la vita di tutti i giorni senza imbarazzi, gestendo la problematica con serenità e in disinvoltura.

Gli assorbenti di aMioAgio.it

Gli assorbenti per uomo di aMioAgio.it sono quanto di meglio il mercato abbia da offrire in questo settore; resistenti e caratterizzati dai più elevati standard di qualità, sono in grado di assicurare il massimo del comfort a chi li indossa. AMioAgio è uno shop online in cui è possibile comprare non solo prodotti assorbenti per le perdite urinarie, ma anche articoli per le medicazioni, per l’autodiagnosi e per l’igiene della persona: in tutti i casi, si può essere certi di beneficiare di performance in uso di alto livello e di condizioni di sicurezza ottimali.

Il problema dell’incontinenza tra gli uomini

Secondo le stime più attendibili, solo nel nostro Paese ci sono quattro milioni e mezzo di uomini che hanno problemi di incontinenza urinaria e che, di conseguenza, dovrebbero utilizzare gli assorbimenti maschili. Nella maggior parte dei casi essi si presentano come mutandine concepite per adeguarsi alle caratteristiche anatomiche dell’uomo e che hanno la capacità di raccogliere tutte le gocce di urina che vengono disperse. Così, la pelle resta sempre asciutta e pulita, e si previene il rischio che le gocce sporchino la biancheria intima. Gli assorbenti a mutandina sono creati per poter essere indossati come un normale capo di biancheria intima; ci sono, poi, assorbenti che invece devono essere applicati sopra gli indumenti intimi.