fbpx

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Apple Watch: in arrivo cinturino smart e sblocco con Face ID

È stato approvato il 19 novembre di quest’anno un nuovo brevetto per l’Apple Watch, la cui domanda era stata presentata nel settembre 2017, che descrive l’inclusione di una o più fotocamere nel quadrante dell’orologio in grado acquisire codici a barre o codici QR, ma anche immagini dell’utente per selfie, videochiamate e per lo sblocco del dispositivo con riconoscimento facciale Face ID.

Si tratta di una fotocamera digitale compatta dotata di un sensore di immagine CMOS e componenti ottici, che consentono di acquisire e memorizzare immagini fisse e video. Le immagini possono essere archiviate o trasmesse dal dispositivo indossabile ad altri dispositivi per l’archiviazione. A seconda dell’implementazione, i componenti ottici possono fornire una distanza focale fissa o variabile. In alcuni esempi, con distanza focale variabile, è possibile fornire l’autofocus.

9to5mac.com

La vera novità presentata nel brevetto è, però, costituita dall’introduzione di un cinturino smart, dotato di particolari sensori, che potrebbero essere utilizzati per analizzare le prestazioni sportive in attività come calcio, baseball e golf. Grazie ad un sistema di estensimetri in grado di determinare l’orientamento assiale del polso dell’utente, il dispositivo può essere utilizzato per determinare la precisione con cui l’utente sta afferrando uno strumento sportivo, quale mazza da golf o baseball, e grazie a sensori di movimento, quali accelerometri e sensori barometrici, è possibile misurare le prestazioni dell’utente in termini di accelerazione, oscillazione e traiettoria dello strumento sportivo. Il controller del dispositivo è in grado di confrontare le prestazioni  misurate dell’utente con le caratteristiche ideali archiviate in memoria e di conseguenza può fornire dei feedback all’utente su come migliorare le proprie prestazioni.

Il brevetto fa riferimento inoltre ad un sensore biometrico, incorporato nel cinturino smart, in grado di riconoscere l’utente in base ad  immagini pattern della texture della pelle – una sorta di “Wrist ID”. In tal modo, l’orologio potrà essere sbloccato non appena verrà indossato dall’utente .

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Cristiana Rizzutohttps://biomedicalcue.it
Studentessa di Ingegneria Biomedica, alla costante ricerca della poesia nella scienza, della sinuosità nella robotica, dell’arte nella tecnologia. Fondamentalmente curiosa, affamata di conoscenza, di indole entusiasta: mi piace immaginare la matematica come un linguaggio armonico e segreto della natura e l’ingegneria biomedica come un'ingegneria "umana", una scienza della vita.