fbpx

Margherita de Respinis

Laurea di I livello in Ingegneria Biomedica, presso l'Università di Bologna. Credo che il corpo umano sia una macchina perfetta che talvolta ha bisogno di essere riparata. Quando qualcuno mi chiede cosa fa l'ingegnere biomedico, la mia risposta è semplice: crea pezzi di ricambio per il corpo umano.

Torino: intervento innovativo ridà l’uso delle mani a tetraplegico

È successo al Centro Traumatologico Ortopedico di Torino dove l’equipe medica guidata dai dottori Bruno Battiston, Diego Garbossa, Paolo Titolo e Andrea Lavorato ha...

Protesi spalla: il GPS è la nuova frontiera per il posizionamento

Dallo scorso anno il mondo dell'Ortopedia Italiano e, in particolare quello delle protesi di spalla, si è arricchito di una nuova tecnologia: un sistema GPS...

Una promettente bio-colla per fermare le emorragie senza punti di sutura

Durante gli interventi chirurgici o in caso di traumi importanti, si incorre spesso in lesioni a carico del tessuto cardiaco e vasi sanguigni che...

TAVI: stop agli interventi a cuore aperto in caso di stenosi

La TAVI (Transcatheter Aortic Valve Implantation) è una tecnica mini-invasiva utilizzata nei casi di restringimento (stenosi) della valvola aortica. Entrata in commercio nel 2007, questa...

Foggia: il pancreas artificiale ormai è realtà

Lo scorso dicembre presso il Policlinico “Ospedali Riuniti” di Foggia, è avvenuto il primo intervento su un paziente di 7 anni affetto da diabete...

Biocompatibilità dei cateteri: il progetto Nanocoatings

Il progetto nasce dall’esigenza di aumentare la biocompatibilità dei cateteri riducendo l’incidenza di infezioni che si potrebbero innescare a causa dell’interazione catetere-tessuti. Per raggiungere tale...

Cerca all'interno del network di Close-up Engineering

Per rimanere aggiornato sulle ultime notizie dal network