Biomed CuE » Come funziona? » Capelli bianchi: perché ci vengono e come prevenirli?

Capelli bianchi: perché ci vengono e come prevenirli?

L'anatomia dei capelli e la struttura. Uno studio dimostra le cause per cui spuntano i capelli bianchi e come prevenirne la comparsa.

Categorie Come funziona? · Prevenzione
Vuoi leggere oltre 10mila articoli di scienza e tecnologia senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Il primo capello bianco non si scorda mai, ma c’è chi ha la fortuna di vederlo spuntare solo da anziano e chi invece è costretto a conviverci già in giovane età. La ricerca condotta dall’Università di Miami, in uno studio sulla biologia delle canizie, descrive i fattori che portano ad avere i capelli bianchi.

L’anatomia del capello

Capelli lisci, capelli mossi e capelli ricci, capelli chiari o capelli scuri, ognuno ha la propria chioma, ma tutti sono soggetti ad avere i tanto temuti capelli bianchi, che segnano inevitabilmente il tempo che passa ed alcuni hanno la sfortuna di iniziare a conviverci prima degli altri.

Ma come sono fatti?

I capelli, così come i peli, risiedono in un follicolo pilifero, il quale è parte visibile della pelle ed è il tessuto connettivo, responsabile della crescita di nuove fibre capillari. La forma del follicolo pilifero determina la tipologia di capelli, infatti i follicoli rotondi creano i capelli lisci, quelli ovali capelli ricci o mossi. I follicoli sono caratterizzati dalla presenza della ghiandola sebacea responsabile della produzione di sebo, il quale mantiene l’idratazione del capello. La ghiandola, insieme al follicolo, vengono chiamati follicolo pillosebaceo.

La parte interna, che si trova nel derma, prende il nome di bulbo pilifero, collegato ai vasi sanguigni, il quale contiene cellule viventi, quali la papilla dei capelli, la matrice dei capelli e la guaina della radice interna ed esterna. Sopra il bulbo si trova la radice dei capelli, inserita tra gli strati più profondi della pelle. Collegata ad essa, vi è il muscolo definito erettore del capello, estremamente sensibile alla temperatura.

Composizione del capello

Il capello è composto dal 65%-95% da cheratina, una proteina fibrosa, durevole e solida e dalla melanina, responsabile della colorazione dei capelli. Il fusto dei capelli, dall’esterno verso l’interno può essere suddiviso in cuticola, corteccia e midollo.

La cuticola

La cuticola è una parte visibile: una membrana composta da cellule sovrapposte le une sulle altre, le quali creano uno strato di protezione del fusto.

La corteccia

La corteccia è la parte più voluminosa, il suo interno è caratterizzata da melanina che dona il colore ai capelli.

Il midollo

Il midollo risiede nella parte centrale contenente aminoacidi, come la citrullina e zuccheri, come il glicogeno.

Ciclo di vita dei capelli

Il capello ha un proprio ciclo di vita, il quale, opportunamente analizzato, permette di comprendere la salute della capigliatura. All’interno del bulbo pilifero, i capelli si formano in continuazione: le cellule si uniscono costituendo una ciocca che è poi espulsa dal follicolo pilifero ad una velocità di 1 cm al mese.

Le fasi di un ciclo di crescita del capello sono quattro e si suddividono in:

  1. Fase Anagen: in questa fase le cellule nelle radice dei capelli si dividono rapidamente, ha una durata dai 2 ai 7 anni.
  2. Fase Catagen: il capello arresta la crescita attiva e può perdurare per diverse settimane.
  3. Fase Telogen: in questa fase, separato dalla papilla, il capello entra in una fase di riposo e ci permane per qualche mese.
  4. Fase Exogen: anche definita stato di diradamento, durante la quale i capelli cadono.
Capelli bianchi

Capelli bianchi, da cosa dipendono?

Il colore dei capelli dipende dalla melanina presente nella corteccia, prodotta dai melanociti, le cui cellule si sintetizzano in eumelanina, la quale dona ai capelli il colore marrone o nero ed in feomelanina, la quale è responsabile dei capelli color rosso. Con il passare del tempo i capelli diventano bianchi, perdendo il loro colore naturale poichè viene meno la melanina. Solitamente i capelli bianchi per le donne compaiono intorno ai 35-40 anni, per gli uomini intorno i 30-35 anni. Le cause della comparsa dei capelli bianchi possono essere svariate, come:

  • Alimentazione non equilibrata;
  • Ereditarietà, in quanto il gene IRF4 è associato al colore bianco dei capelli e se vi è presente una variante di esso, vi è più probabilità di manifestare i capelli bianchi;
  • L’etnia, infatti è dimostrato che i caucasici possono iniziare ad avere i capelli fin da giovani, gli asiatici verso i 30 anni e gli afroamericani tra i 40 ed i 50 anni;
  • Il fumo, il quale porta ad un deficit di vitamina B12;
  • L’inquinamento ed uno stile di vita scorretto;
  • L’anemia, l’obesità e la vitiligine;
  • Lo stress cronico.
Capelli bianchi

Come prevenire i capelli bianchi?

Per ritardare la comparsa dei capelli bianchi è necessario avere un’alimentazione bilanciata, inserendo nel proprio stile di vita cibi ricchi di omega 3, vitamina B12 e rame contenuto nella frutta secca. Inoltre, si raccomanda di evitare fumo, alcol e condizioni di forte stress e prodotti che possono creare danni al cuoi capelluto.

Cosa fare quindi con i capelli bianchi?

I primi capelli bianchi non si scordano mai e sia che si presentino quando ce li si aspetta, sia che spuntino in età precoce, è difficile non farci caso ed è un processo irreversibile al quale si è tutti soggetti. Tramite la prevenzione, per quanto possibile, si può ritardare tale avvenimento. Non bisogna, dunque disperare, anche perché, al giorno d’oggi, in commercio ci sono tante tinte, chimiche o naturali, permanenti o semipermanenti che possono coprire i capelli bianchi, in maniera discreta e ridurre anche il disagio sociale di chi proprio non riesce ad accettarli!