Biomed CuE » Come funziona? » Come stimolare le Sirtuine, preziosi alleati del nostro organismo

Come stimolare le Sirtuine, preziosi alleati del nostro organismo

Le Sirtuine, proteine 'della longevità', sono fondamentali per l'organismo; scopriamo insieme come integrarle alla nostra alimentazione quotidiana.

Categorie Come funziona? · Curiosità e consigli
Vuoi leggere oltre 10mila articoli di scienza e tecnologia senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Il nostro organismo produce spontaneamente le Sirtuine che sono devi veri e propri, ma soprattutto preziosi, alleati del nostro organismo. Esse, infatti, agiscono a livello sistemico in tutto l’organismo e automaticamente regolano i processi metabolici e fisiologici e lavorando sul meccanismo che si mette in atto ogni qual volta ingeriamo dolci o cibi raffinati. Inoltre, svolgono persino un ruolo di primo piano nella prevenzione di patologie come l’iperglicemia, il diabete, l’obesità e la sindrome metabolica. Come stimolare, quindi, la produzione di Sirtuine?

cucina

Cibi che attivano le Sirtuine

Oltre a essere attivate spontaneamente dal nostro organismo, le Sirtuine possono essere stimolate attraverso l’assunzione di alcuni cibi che, più di altri, aiutano questo processo. Per arrivare a quanto detto sopra, infatti, bisogna privilegiare cibi ricchi di polifenoli che, secondo diversi studi, contribuiscono anche ad allungare la longevità.  Alimenti di questo tipo sono:

  • le verdure;
  • il caffè;
  • l’olio di oliva;
  • il the verde;
  • il cioccolato fondente;
  • diverse spezie come la curcuma. 
insalata

Altri cibi che le possono attivare

Molto utili per attivare le Sirtuine sono anche gli alimenti ricchi di zinco. Essi, al canto loro, rafforzano il sistema immunitario. Cibi che possono aiutarci a raggiungere questo scopo sono principalmente: 

  • i frutti di mare;
  • i funghi;
  • le arachidi;
  • le lenticchie;
  • le mandorle.
arachidi

Ma non è finita qui perché un’altra classe di alimenti che aiuta a stimolare la produzione di Sirtuine sono i cibi ricchi di omega-3

  • lo yogurt;
  • le uova; 
  • le sardine;
  • le acciughe.
sardine

 E anche i cibi contenenti niacina tra cui:

  • salmone;
  • pollo;
  • acciughe;
  • riso;
  • avocado.
avocado

Fermo restando che sono solo alcuni esempi e che non bisogna mai abusarne, mangiando questi alimenti che vi abbiamo elencato in modo corretto sarà più facile attivare le Sirtuine e godere, perciò, di tutti i benefici portati da questi preziosi alleati del nostro organismo.

Gli altri modi in cui attivare le Sirtuine

Sfortunatamente, ingerire questi alimenti non basta per arrivare ad attivare a dovere queste proteine. Se ti stai chiedendo come stimolare le Sirtuine, nelle prossime righe leggerai altri consigli che però non devono assolutamente prescindere dal seguire una dieta bilanciata. Oltre a una dieta ipocalorica, infatti, è necessaria anche una buona dose di attività fisica. Inoltre – e purtroppo -, a partire dai 30-35 anni la naturale produzione di Sirtuine da parte del nostro organismo inizia a diminuire. Per questo motivo, si potrebbe valutare anche l’uso di integratori che abbiano l’obiettivo di stimolare, appunto, la loro produzione. Grazie ad essi, infatti, si potrebbero raggiungere dei risultati migliori. Il consiglio che vi diamo a tal proposito è di valutare solo prodotti che utilizzino ingredienti 100% naturali e, soprattutto, di non usarli assolutamente come sostituti di una dieta bilanciata e di un’attività fisica regolare.

Oltre ad una buona dieta equilibrata, l’attività fisica è un ottima metodologia per la produzione di Sirtuine.

In conclusione

Probabilmente, seguendo quanto vi abbiamo appena detto, riuscirete a stimolare con maggior successo queste proteine che non solo sono indispensabili per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi, ma che regolano anche i processi metabolici e fisiologici, lavorano sulla resistenza all’insulina, e svolgono un importante ruolo nella prevenzione di patologie quali l’iperglicemia, il diabete, l’obesità e la sindrome metabolica.