fbpx

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

L’Ingegneria Biomedica al Festival dell’Innovazione

Prende il via il Galileo Festival dell’Innovazione, che si terrà a Padova dal 11 al 13 Maggio 2017. Ormai alla sua quinta edizione, il Festival ospiterà i grandi protagonisti della ricerca applicata, dell’impresa, del trasferimento tecnologico e dell’innovazione. L’evento è promosso dall’Università di Padova e da VeneziePost, diretto da Massimo Sideri, innovator editor del Corriere della Sera. Sarà presente anche il Villaggio dell’Innovazione, area in cui sarà presentata la ricerca applicata, realizzata dall’Università padovana.

I focus tematici trattati saranno: imprenditoria, start up e business incubator, fintech e bio hi-Tech, proprietà intellettuale e open innovation, cyber security, innovative education, scienze dei materiali, robotica, scienze farmaceutiche e ingegneria biomedica, meccatronica e industry 4.0.

L’ingegneria biomedica al festival Galileo 2017

Galileo Festival dell’Innovazione 2016

Ecco qui una serie di eventi importanti, sul tema dell’ingegneria biomedica, che noi di Close-up Engineering abbiamo ritenuto importanti da segnalarvi.

Future health: la rivoluzione delle scienze della vita
11 maggio ore 15:00 – 16:15 Aula Magna, Palazzo del Bo, Via VIII Febbraio 2 – Padova

Intervengono Silvio Aime, prorettore per la Ricerca e il trasferimento tecnologico, Università di Torino, e presidente 2I3T, società consortile per l’incubazione di impresa; Eugenio Aringhieri, amministratore delegato Gruppo Dompé e presidente Gruppo Biotecnologie Farmindustria; Gabriele Grecchi, medtech entrepreneur, co-fondatore e amministratore delegato Silk Biomaterials, autore di Future health (Egea).
Conduce Nicla Panciera, giornalista e scrittrice di scienza e salute, collabora con La Stampa.

Intervista con il robot
11 maggio ore 15:00 – 16:15 Aula Magna, Palazzo del Bo, Via VIII Febbraio 2 – Padova

Massimo Sideri, innovation editor Corriere della Sera, direttore Galileo Festival dell’Innovazione intervista Giorgio Metta, vicedirettore IIT-Istituto Italiano di Tecnologia, R1, robot.

R1, il robot umanoide progettato dall’Istituto Italiano di Tecnologia.
Credit: www.robotiko.it

R1 è il robot umanoide progettato dall’Istituto Italiano di Tecnologia. Pesa 50 chili ed è alto 1 metro e 25 centimetri, ma può allungarsi di altri 20 cm; così come le sue braccia, in grado di estendersi fino a 13 centimetri massimo, così da raggiungere e afferrare oggetti più lontani. R1 è stato pensato come robot in grado di fornire un aiuto concreto nell’ambiente domestico e lavorativo, ma anche in ospedali, case di cura, case famiglia e case di riposo per anziani.

La medicina incontra la robotica

12 maggio ore 10:00 – 11:15 Sala Convegni, Cassa di Risparmio del Veneto, Via VIII Febbraio, 22 – Padova, 35121 Italia

Intervengono Ercole Bonini, fondatore Studio Bonini, società che offre servizi per la protezione e la valorizzazione delle opere dell’ingegno; Gianantonio Pozzato, fondatore e presidente Telea Electronic Engineering, azienda che opera nella ricerca, progettazione, produzione e vendita di dispositivi elettromedicali; Aldo Rossi, docente di Meccatronica e Robotica, Università di Padova.
Coordina Nicla Panciera, giornalista e scrittrice di scienza e salute, collabora con La Stampa.

Noi di Close-up Engineering ci saremo e racconteremo a voi questa esperienza.

Stay tuned!

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here