Eccelso chirurgo, specializzato in Dermatologia e Venereologia , il cui percorso formativo è un continuum di upgrade e corsi in Medicina Estetica, Dermochirurgia e Chirurgia Estetica, Giacomo Urtis, oltre a vantare profonda stima da parte della nobiltà britannica, nonché dalla famiglia reale inglese, è noto al grande pubblico come “Il chirurgo estetico dei vip”, in quanto punto di riferimento per tutte le star che amano il “ritocchino”, ma anche per le persone comuni che puntano alla perfezione estetica e all’eterna giovinezza.

J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
Giacomo Urtis, il chirurgo estetico più famoso d’Italia                                    PH: novella2000.it

Con i suoi +450 mila seguaci solo su Instagram, il Dr.Urtis è un vero e proprio doctor-influencer della rete,  attraverso cui ama lanciare e descrivere i prodotti e le nuove tecnologie utilizzate in chirurgia estetica. Tra le ultime tendenze, nonché novità del 2019, emerge J Plasma, una procedura cosmetica rivoluzionaria che viene utilizzata per ringiovanire e rassodare la pelle di viso, collo e corpo.

Tecnologia J plasma

Si tratta di  una tecnologia basata sull‘energia plasmatica, motivo per cui viene anche chiamata J Plasma. Il  plasma viene descritto come il 4 ° stato della materia, dal momento che tecnicamente non è considerato uno degli altri tre (solido, liquido o gas). Esso viene creato aggiungendo una certa quantità di energia a un gas che viene perciò ionizzato e prende, appunto, il nome di plasma.

J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
PH:apyxmedical.com

Se pensiamo ad un’applicazione di tale tecnologia al di fuori del mondo della chirurgia plastica, possiamo riportare come esempio l’utilizzo nel settore metallurgico in cui una scintilla di energia esplode in un gas per creare una torcia al plasma, che viene usata per tagliare il metallo. J Plasma, specificamente progettato da Apyx Medical (precedentemente Bovie Medical) per l’uso nei trattamenti cosmetici di viso, collo e corpo, è solo una forma altamente avanzata di questo processo: si tratta di un sistema che utilizza gas elio che passa attraverso un elettrodo energizzato per creare un flusso concentrato di plasma freddo a bassa corrente. Con il suo alto livello di precisione e la minima dispersione termica, J-Plasma può abilitare e migliorare il trattamento chirurgico e non chirurgico attraverso un’ampia gamma di specialità e procedure. Perché l’elio? Perché è il più leggero dei gas stabili e nobili e può essere ionizzato a bassissima energia, con ottimi utilizzi e proprietà anche in chirurgia tradizionale. Il risultato è un plasma di elio, unico nella sua capacità di adattarsi alle esigenze dinamiche della suite operativa, che può essere utilizzato per tagliare, coagulare e ablare il tessuto con straordinaria flessibilità.

 

Utilizzi della tecnologia J plasma in campo estetico

J Plasma è una straordinaria opzione non chirurgica per i pazienti che desiderano una pelle dall’aspetto più liscio e più giovane. La tecnica di ringiovanimento J Plasma funziona rimuovendo lo strato più esterno della pelle, ovvero lo strato superficiale che è scolorito e invecchiato. Durante questo processo, viene stimolata la produzione di collagene nel tessuto cutaneo più profondo, che consente alla pelle di diventare più forte, più ristretta e più sana. Con questi due processi combinati, lo strato esterno danneggiato della pelle viene rimosso e una nuova pelle cresce al suo posto, più sana che mai. Questo trattamento viene eseguito in anestesia locale per garantire il comfort del paziente e dura in genere meno di un’ora. Il J-Plasma viene applicato direttamente sulla pelle nelle aree desiderate. Rispetto ad alcune delle tecnologie laser frazionali che sono oggi diffuse, J Plasma può fornire ad alcuni pazienti un miglioramento ancora più evidente nell’aspetto della pelle , riducendo le rughe profonde e superficiali ed esercitando una straordinaria azione levigante. I problemi che sono comunemente migliorati con J Plasma includono:

    • Rughe e linee
    • Cicatrici da acne
    • Pelle facciale pigmentata
    • Melasma

Durante l’esecuzione del trattamento per il ringiovanimento della pelle con J Plasma, sembra che il chirurgo dipinga la superficie della pelle con la speciale bacchetta Renuvion, un dispositivo di Apyx Medical nel quale è incorporata la tecnologia J plasma. Quando il dispositivo viene accuratamente passato sulla superficie dell’area trattata, è possibile vedere ad occhio nudo il plasma di Elio che modifica la pelle. Il risultato è sensazionale, basta osservare il before/after dell’immagine sottostante.

J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
PH: thelifestylecenter.com

Ulteriore impiego per la tecnologia J Plasma è per quello che chiamiamo il rassodamento cutaneo subdermico, un processo che restringe la pelle dall’interno, grazie al rilascio di elio plasmatico a livello sottocutaneo che agisce immediatamente provocando un rassodamento significativo della pelle. Quando la bacchetta J plasma viene inserita,tramite una piccola incisione, sotto la pelle,infatti, i tessuti sovrastanti si contraggono o si stringono, proprio davanti agli occhi del chirurgo.

J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
PH: jolygram.com

Questo rende Renuvion una meravigliosa alternativa mini-invasiva ad altre procedure più rischiose e che lasciano cicatrici più evidenti. Prima della tecnologia J-Plasma ,infatti, l’unico trattamento per la pelle in eccesso era la rimozione chirurgica sotto forma di addominoplastica per l’addome, brachioplastica per le braccia etc.. che richiedeva cicatrici piuttosto grandi. Con l’utilizzo di J-Plasma , le dimensioni delle incisioni sono in genere di 5 mm ciascuna, in posizioni discrete. Di conseguenza è un processo veloce e non doloroso, con un recupero più breve, meno rischi e meno costi rispetto alle procedure chirurgiche tradizionali.

J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
Before/ after : trattamento di rassodamento cutaneo subdermico con J Plasma                           PH: lookyounger.news

Il rassodamento cutaneo subdermico avviene in modo tale che l’effetto finale sia quello di una pelle tonificata e sollevata. Infatti, nei pazienti che hanno la pelle flaccida nella regione del collo, del viso, delle braccia o dell’addome e che si sottopongono ad un trattamento con J plasma, si ha come risultato finale il sollevamento della parte interessata.

 

Il sistema Renuvion

J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
PH:google.com

Il sistema Renuvion, considerato uno dei progressi più entusiasmanti della tecnologia energetica negli ultimi 20 anni, combina le proprietà uniche del plasma ad elio freddo con l’efficienza dell’energia a radiofrequenza. Questa sinergia consente un alto grado di precisione e sempre con un minimo effetto termico sui tessuti circostanti. Il sistema Renuvion è composto da un generatore compatto e un manipolo monouso e viene fornito di serie con la garanzia di 4 anni di Apyx Medical.

J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
Generatore compatto del sistema Renuvion con tecnologia J Plasma incorporata PH:renuvion.com

Caratteristiche del sistema:

  • Attivazione a pulsante singolo
  • Impostazioni intuitive della procedura
  • Non sono richieste ulteriori certificazioni
  • Non sono richiesti ulteriori dispositivi o protocolli di sicurezza
  • Non è necessario acquistare alcun tipo di contratto di manutenzione
  • Il generatore offre plasma di elio e l’energia monopolare e bipolare standard
J Plasma: la nuova tecnica di ringiovanimento della pelle usata dal Dr.Urtis
Manipolo (bacchetta) del sistema Renuvion con tecnologia J Plasma incorporata                                PH:renuvion.com

J Plasma vs Laser CO2

Nel campo della chirurgia estetica il principale concorrente del J Plasma è il laser CO2 rispetto al quale presenta alcuni vantaggi chiave.

Il principale sarebbe la diffusione termica: operando a una temperatura molto più bassa del laser a CO2, con un flusso costante di gas elio per il raffreddamento, il J-Plasma produce danni significativamente inferiori al tessuto circostante. La semplicità d’uso è un altro importante vantaggio per J-Plasma. Inoltre i laser possono facilmente estendersi troppo in profondità e creare nuovamente danni collaterali nei tessuti, questo particolare problema è sufficiente per spaventare i chirurghi che non vogliono rischiare che si verifichi questo tipo di errore. Il flusso di plasma di J Plasma è, invece, più facilmente controllabile e non può superare i 15 mm.

Infine, le unità laser di solito richiedono che un tecnico dell’apparecchiatura sia presente durante l’intervento e i generatori elettrici per le unità laser devono essere frequentemente calibrati. I generatori elettrici di J Plasma, al contrario, non hanno bisogno di tecnici di attrezzature per essere presenti, né calibrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here