Close-up Engeneering

Miliaria, l’eruzione cutanea causata dal calore

La miliaria è un'infiammazione della pelle che si manifesta nei periodi di caldo intenso ed è causata dall'ostruzione dei dotti escretori delle ghiandole sudoripare.

Close-up Engineering

PUBBLICATO IL: 22 Giugno 2023

Curiosità e consigli / Senza categoria

La miliaria è una malattia della pelle causata dal blocco dei dotti escretori delle ghiandole sudoripare che si verifica nei periodi caldi ed umidi. Questa condizione causa un’eruzione cutanea composta da vescicole piene di sudore sotto la pelle. 

Cos’è la Miliaria

La miliaria, conosciuta anche come sudamina, è una malattia della pelle di natura infiammatoria. Essa causa un’eruzione cutanea che, a seconda dei casi, può essere caratterizzata da macchie rosse, pustole, vescicole bianche e prurito. Il torace, la schiena, il collo, le spalle e le ascelle sono solitamente le aree più colpite.

Miliaria

Questa patologia colpisce tutte le fasce d’età ed entrambi i sessi, ma neonati e bambini sono esposti ad un rischio maggiore a causa dell’immaturità delle ghiandole sudoripare. La sudorazione è il fattore di rischio più comune, pertanto, condizioni calde o umide e febbre alta sono associate possono causarne l’insorgenza. 

Tipologie di Miliaria

Esistono tre diversi tipi di miliaria: cristallina, rubra e profonda. Esse sono classificate in base alla profondità dell’ostruzione del condotto sudoriparo e presentano differenze cliniche ed istologiche.

La miliaria cristallina appare come vescicole superficiali da 1 a 2 mm. Poiché la fisiopatologia coinvolge lo strato più superficiale dell’epidermide, lo strato corneo e le vescicole, essendo superficiali, possono rompersi facilmente, ma è tipicamente assente una risposta infiammatoria. L’eruzione di solito compare entro pochi giorni dall’esposizione ai fattori di rischio e si risolve entro un giorno dopo che lo strato superficiale della pelle si è staccato. 

La miliaria rubra è la forma più diffusa. L’ostruzione dei dotti endocrini si verifica negli strati più profondi della pelle e comporta una risposta infiammatoria. Ciò si traduce in papule e vescicole più grandi ed eritematose. Una caratteristica diagnostica clinica critica che aiuta a differenziare la miliaria rubra dalla follicolite è il minimo coinvolgimento follicolare. Se sono presenti pustole, la miliaria rubra è chiamata miliaria pustulosa e può indicare un’infezione batterica; inoltre possono verificarsi superinfezioni da stafilococchi. Poiché è coinvolta una risposta infiammatoria, i pazienti possono manifestare sintomi di prurito e dolorosi. Questi sintomi possono peggiorare durante la sudorazione, causando maggiore irritazione. 

miliaria

La miliaria profunda, a causa di un coinvolgimento più profondo della pelle alla giunzione dermo-epidermica, si manifesta in papule compatte, grandi, di color carne che non sono centrate attorno ai follicoli. L’eruzione può variare con sintomi da estremamente pruriginosi ad asintomatici. Essa si osserva solitamente in pazienti con numerosi precedenti episodi di miliaria rubra. L’eruzione cutanea di solito compare entro pochi minuti o ore dalla sudorazione e si risolve entro un’ora dalla cessazione della sudorazione.

Una grave conseguenza è l’anidrosi: l’incapacità di produrre sudore. Essa può verificarsi nelle aree colpite dalla miliaria rubra o profonda a causa dell’ostruzione delle ghiandole sudoripare. Questa condizione porta ad un esaurimento da calore che si verifica a causa di una termoregolazione inefficace nei pazienti con aree ampiamente colpite.

Trattamento e gestione

Poiché le condizioni di caldo e sudore sono i principali fattori di rischio, si dovrebbero adottare misure generali per ridurre la sudorazione e il blocco del dotto endocrino. Ciò include ambienti più freschi, indossare abiti traspiranti, esfoliare la pelle, rimuovere oggetti che occludono la pelle come bende o cerotti, nonché trattare malattie febbrili.

miliaria

Le modalità specifiche per il trattamento di questa eruzione cutanea sono uniche a seconda del tipo. La miliaria cristallina di solito non viene trattata poiché è autolimitante e di solito si risolve entro 24 ore. Il trattamento con miliaria rubra è orientato a ridurre l’infiammazione, e quindi i corticosteroidi di potenza da lieve a media come la crema di triamcinolone 0,1% possono essere applicati per una o due settimane. Se si sviluppa miliaria pustulosa, sono indicati antibiotici topici come la clindamicina per trattare l’infezione batterica sovrapposta.

Esistono pochissime informazioni sul trattamento della miliaria profunda ad eccezione delle misure generali. Tuttavia, i risultati di uno studio hanno mostrato un miglioramento della miliaria profonda con l’uso combinato di isotretinoina orale 40 mg al giorno per 2 mesi e lanolina anidra topica. 

FONTI VERIFICATE:

INFO

I contenuti di questo sito possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati, esposti, rappresentati e modificati esclusivamente riportando la fonte e l’URL

PARTNER

Kobold Studio Depositphotos

Biomed è l’area dell’Hub di CUENEWS dedicata all’ingegneria biomedica, alla medicina e alla tecnologia applicata all’essere umano con tutti gli aggiornamenti, le scoperte, le innovazioni gli eventi del settore.