Biomed CuE » Curiosità e consigli » Russare disturba le tue notti? Ecco cause e rimedi

Russare disturba le tue notti? Ecco cause e rimedi

Il russamento è un disturbo molto frequente, scatenato da varie cause. Per fortuna si possono adottare diversi rimedi

Categorie Curiosità e consigli

Il russamento è spesso oggetto di battute e scherzi, ma per molte persone è un vero problema che disturba il loro sonno o quello dei loro cari. Ma quali sono le cause del russare? E come è possibile smettere di farlo? Il russamento, detto anche roncopatia notturna è l’emissione di forti suoni respiratori durante il sonno. Si tratta di un fenomeno puramente fisico che accade quando durante la respirazione il flusso d’aria non passa agevolmente tra il naso e la gola, inducendo quindi la vibrazione di una parte della gola che provoca il rumore. Tuttavia, il fatto che il russamento derivi da un fenomeno fisico non vuol dire che sia del tutto normale.

Russare: le cause

In effetti le cause del russare sono varie e tra le prime notiamo il sovrappeso e le malformazioni del cavo orale, nonché le deviazioni del setto nasale. Altre cause del russamento si trovano nelle apnee notturne e nel consumo di bevande alcoliche che aggravano la situazione. Russare ha pessime conseguenze anche sulla vita di coppia. Il russamento viene descritto come una delle prime cause del disagio e dei problemi di sonno per molte persone che circondano il russatore. Perché sì, è importante notare che anche se la persona che russa può lei stessa essere disturbata e svegliarsi improvvisamente a causa dei suoi propri rumori, quelli che patiscono le conseguenze peggiori sono le persone che dormono nella stessa camera o in alcuni casi addirittura nello stesso appartamento.

russare
Il russare può interferire con la vita di coppia

Purtroppo questo incide in modo molto negativo nella vita di coppia, provocando liti tra i partner e la necessità di dormire in stanze separate. Secondo uno studio, il russamento è addirittura classificato come la prima causa medica per il fallimento matrimoniale.

Alcune posizioni mentre si dorme favoriscono il russare

Il russamento può essere favorito da diversi fattori che sono: Alcool, farmaci e tabacco. Come detto prima, bere troppe bevande alcoliche, fumare o assumere dei farmaci tranquillanti provoca un rilassamento dei muscoli della gola e quindi il russare. Non solo! La posizione in cui si dorme è un fattore spesso poco considerato, che risulta essere tra le principali cause del russare notturno. Vi sono chiaramente delle posizioni che portano a russare di più, per esempio la posizione supina. Chi ha la tendenza a russare dovrebbe cercare di dormire sulla pancia o su un fianco.

Ulteriori cause

L’eccesso di grasso dovuto all’obesità o ad un semplice sovvrapeso provoca un’ostruzione delle vie respiratorie. Come conseguenza, l’aria passa con maggiore difficoltà nella gola e fa fibrare i tessuti durante l’insipirazione. Attenzione alla congestione nasale, ovvero, il naso parzialmente o totalmente tappato per via di raffreddore, allergie, influenza. Essa può essere causa di russamento notturno. L’età: con l’età la fisionomia della gola cambia, arrivando a provocare il russamento. L’apnea notturna o interruzione momentanea involontaria della respirazione durante il sonno è spesso causa di russamento. Per fortuna le ricerche mediche sono andate avanti anche in questo campo, e oggi i medici e gli specialisti del sonno sono in grado di aiutare chi soffre di questo fenomeno per migliorare la sua qualità del sonno e di vita, nonché quella del suo partner.

russare congestione nasale
Una delle cause del russare è la congestione nasale

Rimedi per il russamento

Come abbiamo detto, russare non è una condanna contro cui non si può fare nulla, esistono tanti rimedi piccoli e grandi che possono portare a un cambiamento tangibile e a un significativo miglioramento della qualità del sonno. Vediamo insieme cosa si può fare per migliorare la situazione.

Cambiare il materasso

Il materasso è in assoluto il fattore sul quale possiamo agire in modo più radicale per migliorare la nostra qualità del sonno. Deve essere comodo e adatto al tuo corpo, sia in termini di dimensioni che in termini di peso. Non puoi dormire su un materasso adatto a una persona che pesa 70 kg se tu ne pesi 100. Per cui sceglilo con cura sulla base delle tue proprie esigenze e del tuo modo di dormire. Devi prima di tutto puntare su un prodotto che ti garantisca un buon supporto, specialmente se sei di taglia piuttosto robusta. Allo stesso tempo, però, deve essere sufficientemente confortevole per permetterti di dormire su un fianco o sulla pancia senza fastidiosi punti di pressione. Se vivi in coppia, un materasso 140×200 come quelli del catalogo Hypnia, che offra un comodo strato in memory foam e un buon sostegno, può essere un’ottima soluzione.

Perdere peso

Perdere peso non ti aiuterà soltanto a stare meglio fisicamente ma anche a dormire meglio. Predilegi la pratica di un’attività fisica regolare associata ad una dieta pensata per farti dimagrire rispettando il tuo fabbisogno energetico. Non dimenticare di fare una cena leggera! Mangiare poco la sera prima di coricarti ti aiuterà a diminuire il riflusso gastrico, le apnee notturne e il russamento che ne deriva.

Speriamo che grazie a questo articolo, tu abbia ricevuto un inizio di risposta al tuo disturbo. Tuttavia ti consigliamo di non sottovalutare questo problema e di consultare il tuo medico curante affinché inizi un percorso di cura controllato ed efficace.