Biomed CuE » Medicina » Diagnostica » Sdoppiamento della vista: cosa fare? La guida completa

Sdoppiamento della vista: cosa fare? La guida completa

Lo sdoppiamento della vista è un sintomo e non una malattia e, pertanto, sarà necessario consultare lo specialista per capire come agire.

Categorie Diagnostica · Medicina

Si parla di diplopia (sdoppiamento della vista) quando una persona percepisce in simultanea due immagini dello stesso soggetto a livello visivo. Tale condizione è un sintomo e non una malattia e, pertanto, sarà necessario consultare lo specialista per capire come agire.

Cos’è lo sdoppiamento della vista? A chi devi rivolgerti?

Generalmente il sintomo dello sdoppiamento della vista è inquadrato come intermittente, costante, monoculare o binoculare a seconda dei casi e delle modalità in cui si presenta.

Ognuna di queste forme ha precise cause scatenanti e, pertanto, specifiche azioni risolutive che solo uno specialista può raccomandare. Prima di capire meglio le generalità di questo sintomo ricordiamo che stai leggendo un approfondimento di natura generale che non ha nulla a che vedere con il parere insindacabile dell’esperto.

Diplopia monoculare e binoculare: le differenze

La diplopia monoculare si verifica quando lo sdoppiamento proviene da un solo occhio. Pertanto coprendolo il fenomeno della vista doppia si esaurisce per ritornare quando l’occhio colpito viene scoperto. Questo caso è correlato ad una deformazione della cornea che diventa sottile e assume una forma conica ma anche per l’opacità del cristallino e per particolari difetti di rifrazione non corretti come nel caso dell’astigmatismo.

Sdoppiamento della vista su entrambi gli occhi

Se lo sdoppiamento colpisce entrambi gli occhi significa che questi non riescono a convergere per focalizzare lo stesso oggetto. Si tratta di un disallineamento oculare che può trovare spiegazione nello strabismo o per disturbi a carico dei muscoli estrinseci o dei nervi cranici.

Il medico approfondirà meglio il problema con una diagnosi volta ad analizzare anche l’eventuale presenza di interferenze con il movimento oculare causate da iperattività della tiroide o tumori. Conoscendo il caso clinico specifico potrebbe voler approfondire anche la salute dei vasi sanguigni e dell’apparato neurologico.

Parlane con il tuo medico senza aspettare troppo

Sdoppiamento della vista

Per questo il nostro miglior suggerimento è quello di non attendere che il fastidio passi da sé, sperando che possa risolversi con un po’ di pazienza. Quando abbiamo problemi fastidiosi come lo sdoppiamento della vista è sempre preferibile andare dallo specialista per escludere disturbi più gravi. Si tratta di un sintomo comune a tantissime patologie che possono essere considerate, da chi non ha competenze in medicina, non correlate allo sdoppiamento della vista.

Inoltre sottoporsi a visite periodiche è il miglior modo per individuare in tempi rapidi l’insorgenza di fastidi e disturbi contrastandoli alla radice, ovvero stroncandoli sul nascere prima che possano aggravarsi. Di norma tendiamo a tollerare per molto tempo i fastidi che si presentano durante il giorno, sottostimando l’importanza di fare prevenzione.

La prevenzione è sempre la migliore cura

L’arma più potente che abbiamo, visto il progresso della scienza, è proprio quello delle soluzioni curative preventive, meno invasive per l’organismo e sicuramente più efficaci di rimedi estremi. Se hai la vista sdoppiata e vuoi toglierti tutti i dubbi e i pensieri che ti attanagliano non esitare, consulta un esperto e affronta rapidamente il problema. Solo così tornerai presto a stare meglio e riprenderai le tue normali attività quotidiane quanto prima.