Biomed CuE » Covid-19 » Gran Bretagna: nuova variante covid della Delta e aumento dei contagi

Gran Bretagna: nuova variante covid della Delta e aumento dei contagi

La Gran Bretagna raggiunge un nuovo picco di contagi da metà luglio, quasi 50000 e ben 200 morti

Categorie Covid-19

La Gran Bretagna ha raggiunto un nuovo record di contagi da metà luglio: 50 000 e ben 200 morti in 24 ore. I ricoveri, al momento sono sotto controllo, ma il Governo ammette che ci potrebbero essere rischi per il periodo invernale. Con l’avanzare del virus, in Gran Bretagna, come in molti altri Paesi si è sviluppata una nuova variante del covid, denominata AY.4.2. Nonostante l’80% della popolazione vaccinabile si sia vaccinata in Gran Bretagna, il repentino allentamento delle misure ha fatto sì che aumentassero i contagi, creando terreno fertile per una nuova variante del covid. Quest’ultima, secondo gli esperti, presenta un aumento di contagiosità del 10%. Secondo le stime dell’Ufficio di statistica britannico il Paese rischia di tornare, nel giro di poche settimane, al picco dello scorso inverno. I dati indicano che la tendenza è in crescita dal 19 luglio, quando Johnson decretò la fine di tutte le restrizioni. Infatti, da ben 3 mesi non vi è più l’obbligo di distanziamento, capienza di uffici, pub e scuole ripristinata al 100%, no green pass né mascherine. 

gran bretagna nuova variante covid

Secondo gli esperti la nuova variante covid non è responsabile dell’aumento dei contagi in Gran Bretagna

Secondo quanto riportato dagli esperti, dunque, in Gran Bretagna, la nuova variante covid non sarebbe la resposanbile dell’aumento dei casi, avendo un potere infettivo del 10% in più rispetto al ceppo originario. Il regno Unito è secondo solo agli Stati Uniti per numero di contagi, con una media di 45000 nuove infezioni al giorno e al primo posto al mondo per rapporto fra contagi quotidiani e popolazione. Secondo Francois Balloux, direttore del Genetics Institute dell’University College London, citato dalla Bbc “E’ potenzialmente un ceppo leggermente più infettivo. Non è niente in confronto a quello che abbiamo visto con Alfa e Delta, che avevano qualcosa come il 50-60% in più di trasmissibilità. Ma è attualmente in fase di indagine. Ed è probabile che sia fino al 10% più trasmissibile. Direi di aspettare e vedere. Niente panico”.

Cosa sappiamo sulla nuova variante covid AY.4.2

La nuova variante covid è sotto sorveglianza. La variante Delta al momento è quella preponderante sul suolo britannico, ma pare che la AY.4.2, denominata anche Delta plus, interessi il 6% dei contagiati. Quest’ultima è proprio una mutazione della variante Delta. “È qualcosa su cui stiamo sorvegliando attentamente – ha detto Downing street – non ci sono prove che suggeriscono che questa variante, la AY4.2, si diffonda più facilmente. Non esiteremo ad intervenire se necessario”. La Bbc online rassicura sostenendo che sono in corso test per capire quanto possa effettivamente rappresentare una minaccia.

gran bretagna variante covid

Sembra che gli esperti al momento ritengano improbabile che prenda piede pericolosamente o che sfugga ai vaccini attuali. In Gran Bretagna, al momento, la nuova variante covid di Delta non è ancora considerata preoccupante. E’ bene sottolineare che l’epidemiologo Neil Ferguson, membro del gruppo consultivo scientifico del governo per le emergenze, ha affermato che anche il Regno Unito ha prediletto il vaccino AstraZeneca. Nonostante questo protegga molto bene contro esiti molto gravi del Covid, potrebbe essere leggermente meno efficace di Pfizer, soprattutto contro le varianti”.

Alcuni Paesi tornano in lockdown

Attualmente, sembra essere confinata alla Gran Bretagna la nuova variante di covid, a parte qualche caso forse individuato negli Stati Uniti. Nonostante ciò, alcuni Paesi devono tornare ad avere maggiori restrizioni e, nei casi peggiori si parla anche di lockdown. In Russia, si è registrato il nuovo picco di morti: 1023. Ciò è da attribuirsi alla bassa percentuale di persone vaccinate (meno della metà della popoalzione). Da oggi, le attività lavorative saranno chiuse per nove giorni e gli over 60 e fragili non vaccinati non potranno uscire di casa. Anche Romania e Ucraina registrano un aumento dei casi e record di morti dall’inizio della pandemia. In Bulgaria, invece, a seguito dell’impennata di casi arriva il Green Pass.